Nutrire l’invisibile con i profumi

Accendi un incenso ogni tanto, diffondi il profumo di un olio esseenziale o altre fraganze nei luoghi in cui vivi per nutrire le presenze invisibili che sono dentro e fuori di te!
Il “Bardo Tosgrol”, conosciuto con il nome di “Libro Tibetano dei Morti”, insegna che coloro che sono nel Bardo, cioè nel transito tra la morte e la successiva rinascita, sono dotati di un corpo sottile, invisibile all’occhio umano ordinario, che si nutre dell’essenza sottile delle cose.
In particolare i profumi sono nutrimento prezioso per chi dimora nella dimensione invisibile. Offrire fragranze profumate è un atto d’amore che contribuisce a sanare la frattura operata dalla nostra cultura dominante tra la dimensione visibile, cosiddetta concreta, e il vastissimo mondo che non possiamo vedere con gli occhi ordinari.

Profumare gli ambienti – La lingua del drago di Selene Calloni Williams

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi