Gli spiriti della Natura

Gli spiriti della Natura

Gli Spiriti della Natura sono forze coscienti che si prendono cura del nostro Pianeta agendo attraverso i quattro elementi fondamentali che lo compongono: Terra, Acqua, Fuoco e Aria. Dato il loro stretto rapporto con gli elementi, tali entità vengono anche chiamate Spiriti Elementari.

La tradizione popolare attribuisce a questi spiriti i nomi di Gnomi, Ondine, Salamandre ed Elfi. Tutte queste entità costituiscono una sorta di ponte tra il Cosmo e la Terra e contribuiscono a infondere nella materia terrestre le “idee”, l’intelligenza, la volontà e l’amore provenienti dal Cosmo. Ogni Spirito della Natura porta un’idea, un seme spirituale a contatto con la Terra e traduce l’energia spirituale in creazioni proprie della natura terrestre.

Gli Gnomi

Sono gli Spiriti dell’elemento Terra. Sono dotati di un’intelligenza molto acuta e vivace per tutto ciò che è in relazione con la materia terrestre, con la sua costituzione. Diversamente dall’uomo, che necessita di strumenti sofisticati e di complicati ragionamenti per analizzare la natura della materia terrestre, essi conoscono per visione ed esperienza diretta: non appena osservano già sanno, senza bisogno di innescare processi logici.

Essi non percepiscono la Terra come qualcosa di solido ma piuttosto come un elemento fluido all’interno del quale possono muoversi e “nuotare” a loro piacimento. Gli Gnomi vivono soprattutto nel sottosuolo e si spostano all’interno del terreno con la stessa facilità con cui gli uomini camminano sopra di esso; amano i minerali, le rocce e i filoni metalliferi. Per loro un minerale è come un embrione da proteggere e da accudire nella sua crescita; sanno che la sua forma e la sua costituzione sono il risultato dell’incontro tra la volontà divina e la ricettività della Terra. Gli Gnomi sono detti anche Spiriti delle radici perché sono i mediatori tra la Terra e le radici delle piante. Il loro compito principale in relazione al mondo vegetale è quello di “spingere” le radici al di fuori della Terra per permettere la crescita della pianta. Inoltre sono i custodi del seme durante l’inverno. Il contatto con gli Gnomi potenzia la nostra intelligenza intuitiva, la capacità di focalizzare tutta l’attenzione verso i veri obiettivi.

Le Ondine

Sono gli Spiriti dell’elemento Acqua. La loro caratteristica principale è il sentimento: esse percepiscono il mondo attraverso sensazioni di gioia e dolore, di espansione e contrazione, di luce e di oscurità. Agli occhi del veggente appaiono come nubi azzurrognole dall’aspetto sempre diverso, la metamorfosi è il loro modo di essere. Vivono in tutti i luoghi in cui è presente l’Acqua viva e zampillante, loro compito è portare vita e coscienza nell’elemento Acqua. La loro funzione principale è trasformare gli elementi che nutrono e fanno vivere le piante: sono definite i “chimici” del mondo vegetale. Quando entriamo in contatto profondo con gli Spiriti dell’Acqua siamo pervasi da un senso di pace, di tranquillità gioiosa, di apertura alla volontà universale e di grande fiducia nell’esistenza.

Le Salamandre

Sono gli Spiriti dell’elemento Fuoco. Nell’antichità si pensava che gli anfibi chiamati salamandre avessero la capacità di resistere al Fuoco, di non esserne bruciati e probabilmente è questo il motivo per cui agli Spiriti del Fuoco è stato dato questo nome. Nella tradizione magica e alchemica questi Spiriti Elementari sono sempre stati considerati i veicoli del Fuoco Spirituale, dell’elemento che permette a ogni essere di evolvere e di trasformarsi interiormente ed esteriormente. Sono contraddistinte da un’ardente volontà che non si lascia distrarre. Quando ci sentiamo stanchi e privi di volontà, quando sembra che la nostra ricerca non approdi a nulla e che tutto sia privo di senso, possiamo chiedere agli esseri del Fuoco di aiutarci a ravvivare la fiamma della nostra aspirazione. Sul piano fisico sono i portatori dell’elemento calore e trasmettono il calore alle piante per consentire i processi chimici di trasformazione delle sostanze a cui presiedono le Ondine. Appaiono allo sguardo del veggente come fiammelle di luce gialla o rossastra presenti ovunque vi sia una sorgente di calore.

Gli Elfi

Sono gli Spiriti dell’elemento Aria. Mentre Gnomi, Ondine e Salamandre sono in connessione con il mondo vegetale, gli Elfi provano molta affinità con gli uccelli. Essi percepiscono nel loro volo una musica che li riempie di Gioia. La tradizione descrive gli Elfi come esseri alati, messaggeri degli dèi. Sono i veicoli dell’elemento luce nell’Aria, non soltanto luce fisica ma anche luce spirituale, capacità di illuminare, di dissipare l’oscurità. Per gli Elfi l’Aria e la luce sono impregnate di parole e di volontà divina e loro compito è portare tutto ciò nel mondo terrestre, a contatto con la materia.

Tratto dal libro “Meditazione” di Paola Bertoldi

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi